EU Benchmark Regulation (BMR)

Il regolamento UE 2016/1011 sui tassi di riferimento (BMR) entrato in vigore l’1 gennaio 2018 ha fatto dell’Unione Europea una delle prime aree a prevedere un regime regolamentare onnicomprensivo e obbligatorio in tutti i suoi elementi dei tassi di riferimento. Il Regolamento proibisce agli utilizzatori sottoposti alla supervisione europea di fare uso di un tasso di riferimento a meno che l’amministratore dell’indice non abbia ricevuto l’approvazione da un regolatore nazionale appartenete ad uno degli Stati Membri dell’Unione Europea e a meno che il tasso di riferimento ed il suo amministratore non siano iscritti nel registro dei tassi di riferimento tenuto presso Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (European Securities and Markets Authority, ESMA).
Il regolamento BMR stabilisce inoltre che i contratti e gli accordi tra prenditori e i prestatori contengano delle clausole di fallback, ossia clausole che stabiliscano quale indice di riferimento regolerà il contratto nel caso in cui il l’indice di riferimento inizialmente stabilito non sia più disponibile.

 

Di seguito la normativa di processo e il piano interno di fallback adottati dalla Bcc di Scafati e Cetara.

Accedi

Accedi

User-Id *
Password *
Ricordami

Avviso Area Riservata


Conto For Women Energy

satispay v