In Evidenza


delfino

Fondo Garanzia Prima Casa

fprimacasa

Servizio CBILL

CBILL è il servizio di consultazione e pagamento on line delle bollette realizzato dagli Istituti Finanziari che fanno parte del Consorzio CBI.


Servizio CBILL


Fondi Pensione Bcc



85211


Fondi di garanzia

L'intervento pubblico di garanzia sul credito alle PMI italiane

Blocco Carte

Blocco Carte


InBank APP

 fprimacasa

 

 

 

Si informa che questa Banca aderisce all’iniziativa del Fondo di Garanzia Prima Casa  istituito presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze e gestito dalla CONSAP S.p.A., in forza della Legge 27 dicembre 2013, n.147, art. 1, comma 48, lettera c)  e del decreto MEF del 31 luglio 2014.
 
Per accedere ai finanziamenti, i richiedenti devono recarsi presso le filiali dei soggetti finanziatori aderenti

all’iniziativa e compilare il modello di domanda che sarà inoltrato telematicamente al Gestore dal soggetto finanziatore.

 Beneficiari

Possono chiedere la fideiussione statale tutti i consumatori che non siano proprietari di altri immobili ad uso abitativo, ad eccezione di quelli acquisiti per successione a causa di morte, anche in comunione con altro successore, e che siano in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli.
L’immobile per il quale è possibile chiedere il finanziamento deve essere adibito esclusivamente ad abitazione principale, non deve rientrare nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi) e non deve avere le caratteristiche di lusso indicate nel decreto del Ministero dei lavori pubblici in data 2 agosto 1969, n. 1072.

 E’ prevista una priorità di ammissione alla garanzia del Fondo esclusivamente per le seguenti categorie (c.d. “prioritari”):

    Giovani coppie (purché uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni);
    Nuclei familiari monogenitoriali con figli minori;
    Giovani di età inferiore ai 35 anni titolari di un rapporto di lavoro atipico;
    Conduttori di alloggi di proprietà degli Istituti autonomi case popolari (IACP).
Per tali soggetti è previsto anche  un tasso calmierato del finanziamento, ovvero il TEG non può superare il tasso effettivo globale medio (TEGM) pubblicato trimestralmente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze ai sensi della legge 7 marzo 1996, n. 108.

Caratteristiche dell’immobile
L’immobile per il quale è possibile chiedere il finanziamento deve essere adibito esclusivamente ad abitazione principale, non deve rientrare nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi) e non deve avere le caratteristiche di lusso indicate nel decreto del Ministero dei lavori pubblici in data 2 agosto 1969, n. 1072.

Caratteristiche del finanziamento
Sono ammissibili alla garanzia del Fondo i mutui ipotecari erogati per l’acquisto ovvero per l’acquisto e per interventi di ristrutturazione e accrescimento dell’efficienza energetica di unità immobiliari ubicate sul territorio nazionale da adibire ad abitazione principale del mutuatario.
L’ammontare del finanziamento non deve essere superiore a 250.000 euro.
Il tasso applicato e le condizioni del mutuo sono negoziabili con i finanziatori.
Anche in caso di ammissione alla garanzia del Fondo, resta in facoltà dei soggetti finanziatori l’erogazione del mutuo.
I finanziatori si impegnano a non chiedere ai mutuatari garanzie aggiuntive, non assicurative, queste ultime nei limiti consentiti dalla legislazione vigente, oltre all’ipoteca sull’immobile e alla garanzia fornita dallo Stato.

Caratteristica della Garanzia del Fondo
La Garanzia del Fondo è concessa nella misura del 50% della quota capitale, tempo per tempo in essere, nei limiti dei mutui concedibili per i quali il Gestore – ha dato approvazione per l’ammissione al beneficio del Fondo.
La Garanzia è a prima richiesta, diretta, esplicita, incondizionata ed irrevocabile ed è efficace a decorrere dalla data di erogazione del mutuo.


Le informazioni riportate non sono esaustive. Si rimanda per ulteriori approfondimenti alla normativa che può essere reperita sul sito del Ministero dell’economia e delle finanze (www.dt.tesoro.it e della CONSAP Spa (www.consap.it), dove è anche disponibile la documentazione accessoria e la modulistica di carattere operativo.

Documenti correlati :